PARMA – Il Baseball Club Bolzano, in nazionale con il lanciatore Angelo Palumbo e con il manager Claudio Carsaniga. nel primo appuntamento della nuova serie di incontri infrasettimanali tra gli azzurri e le squadre di club, un tour che porta gli azzurri sul territorio nell’ambito dell’intenso programma di costruzione del gruppo che dovrà dare la scalata alla qualificazione olimpica. Il “batti e corri” è infatti stato inserito nuovamente nel programma dei Giochi da Tokio 2020. Il manager azzurro, Gilberto Gerali, ha avviato il progetto fra le mura amiche della sua città, ospite del Parmaclima, che ha allenato fino alla fine del campionato scorso. La prima uscita è stata positiva. La selezione azzurra infatti ha sconfitto il ParmaClima con il punteggio di 2-0. Tutte e due le squadre hanno utilizzato quasi completamente il parco giocatori a disposizione (il ParmaClima era rinforzato da alcuni elementi delle squadre limitrofe) con cambi di lanciatore ad ogni ripresa, è uscita fuori una gara molto equilibrata con poche occasioni per segnare, ed un conteggio delle valide che alla fine dice 6-5 per gli azzurri. Sul monte di lancio, per una ripresa, è stato impiegato il 24enne Angelo Palumbo, lanciatore destro venezuelano con passaporto italiano, in forza al Bolzano, che si è distinto lasciando senza punti una batteria di battitori di primissimo livello. In azzurro, accanto al pitscher, il tecnico Claudio Carsaniga, che dopo l’esperienza con la under 12 è tornato a respirare aria di nazionale. “Mi ha fatto molto piacere rispondere alla chiamata di Gerali –sottolinea il manager bolzanino – nell’avvio della progetto di ampia condivisione con le società del programma azzurro. Un lavoro basato sulla filosofia di gioco e su obiettivi chiari. La risposta di Bolzano è stata immediata e improntata alla massima collaborazione. Una nazionale che nasce indubbiamente dal campionato, anzi dai campionati e che deve appartenere a tutti. A riprova di ciò il coinvolgimento effettivo concessomi dal manager azzurro, che mi ha permesso di essere parte attiva con i suggerimenti in prima base. Gerali desidera far sentire tutti importanti e far capire che le convocazioni dipendono da quello che dirà il campionato, gestendo un gruppo allargato. Palumbo ha fatto una bella figura e sono doppiamente felice”. La nazionale giocherà ora il 12 giugno a Padova e il 3 luglio a Rimini, mentre ancora da fissare è la data di agosto a Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.