BOLZANO –Nella quarta giornata del girone di ritorno della regular season della A2 di baseball, il Bolzano scende in campo contro gli Athletics Bologna dopo aver appreso alla vigilia di aver conquistato con l’avallo della matematica la salvezza: il doppio successo della vicecapolista New Black Panthers Ronchi dei Legionari a spese di Verona relega definitivamente al sesto posto nel girone B gli scaligeri, condannati alla retrocessione. i biancorossi, si trovano ai giocarsi lo storico traguardo dell’accesso ai playoff nello scontro con Bologna, in casa. Serve una doppia vittoria, che Bologna quasi regala presentandosi al “Lazzarini” senza l’attrezzatura completa per giocare, che avrebbe inevitabilmente determinato una doppia sconfitta a tavolino. Sportivamente, i padroni di casa prestano l’attrezzatura in gara1 al catcher ospite, in attesa che gli Athletics risolvano il problema in gara due quando quell’attrezzatura a Bolzano servirà. Gli ospiti vincono la prima partita, dopo poco più di tre ore di gioco, 12-2 per manifesta al settimo inning. Poi non c’è stata gara2. Il manager bolzanino Claudio Carsaniga spiega così quanto accaduto: “Noi potevamo vincere a tavolino entrambe le partite, invece, con un atto di grande generosità abbiamo concesso il nostro materiale tecnico agli avversari. Un’opzione, in attesa che recuperassero quanto necessario per la seconda partita, visto che quell’attrezzatura poi serviva a noi. Non hanno potuto recuperare quanto necessario e quando noi siamo scesi in campo pronti per la prima difesa di gara2 hanno rinunciato a giocare per mancanza di materiale tecnico e gli arbitri hanno preso atto. Fossimo stati opportunisti, visto che ci servivano due vittorie per andare ai playoff, avremmo potuto non concedere il materiale per giocare la prima partita invece lo abbiamo fatto. Dal punto di vista tecnico avevo impostato la doppia sfida per fare bene in entrambe le gare, preservando Palumbo e Bertolini per il monte di lancio di gara2, confidando in una prova diversa da parte del partente sul monte, Marinez, che si è fatto prendere invece dal nervosismo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *