BOLZANO   Finisce con lo sweep per Bolzano la sfida salvezza con Verona nella seconda giornata del girone di ritorno della A2. i7-4 in gara1 e 5-0 in gara due.   Verona apre lo score nel primo turno offensivo: doppio di Rapo, valida di Castagna che porta a casa il compagno per lo 0-1. I biancorossi faticano a reagire, ma la difesa tiene contro una squadra consapevole di giocarsi buona parte della stagione. Verona chiude il secondo e il terzo inning a basi piene, Bolzano sfiora il pareggio nel quinto turno offensivo dopo una valida da tre basi di Introvigne. Nel sesto inning i padroni di casa suonano la carica: doppio di Eritale che poi arriva in terza, con Bellinazzi che “ruba” la seconda dopo la base su ball, Verona avvicenda Aldegheri con Guarda sul monte, quindi la base su ball di Siniscalchi  e la successiva di Introvigne che trascina a casa base Eritale per il punto del pareggio. La successiva valida di Gaiga porta a punto Bellinazzi e Siniscalchi, poi tocca a Bonilla piazzare la valida per il 4-1 firmato da Introvigne. Nel settimo inning Bolzano cambia lanciatore: Divina per Martinez. Gli ospiti infilano una doppia con Anselmi e una valida a fil di linea sinistra di Meliori per il punto di Anselmi. Bottaro indovina poi la valida che porta Meliori a casa per il 4-3 che riapre la contesa. Ottavo inning: Verona piazza un doppio con Orrasch e poi, con due out, trova con Mondo la valida per il 4-4 di Orrasch. Bolzano decide che è arrivato il momento di alzare la voce: Siniscalchi e Introvigne, colpiti, si piazzano sulle basi, bunt di Gaiga che conquista la prima ma Siniscalchi è out, Bonilla batte bene e riempie le basi, poi Sommadossi colpito dal lanciatore trascina al 5-4 Introvigne. La splendida battuta di Eritale spiana la strada ai punti di Gaiga e Bonilla: 7-4. Bolzano chiude con Introvigne sul monte a spezzare le residue velleità ospiti dopo 3 ore e 30’ di gara. Nella seconda partita, il manager bolzanino Claudio Carsaniga fa salire sul monte il giovane e virgulto Angelo Palumbo, il ragazzo dal “braccio caldo” che colleziona strickeout (in otto inning 13, con una sola valida concessa). Nel terzo inning Introvigne scivola a casa base, dopo un bella azione offensiva, ma l’arbitro segnala l’out. Punteggio inchiodato fino al sesto inning quando Eritale con un fuoricampo da applausi sblocca il risultato in modo fragoroso. Gaiardoni con valida ed errore ospite arriva in seconda e Siniscalchi lo porta a casa con una efficace battuta: 2-0. Bolzano allunga nel settimo inning: Verona cambia lanciatore: esce Pietro Briggi entra Anselmi, che concede basi-ball a Introvigne e Gaiga. La paura fa novanta e Verona concede la base intenzionale a Bonilla, Sommadossi conquista la base su ball e spinge a casa Introvigne (3-0). Anselmi esce e sul monte sale il mancino Giulio Briggi. Lancio pazzo su Eritale e Gaiga a casa, valida di Bellinazzi e Bonilla a punto: 5-0. Palumbo fa il suo e Bolzano chiude l’ottavo inning in attacco a basi piene. Nel nono inning lancia Filippo Bertolini che firma gli out che suggellano il successo anche in gara2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *